Con l’approvazione della convenzione ed il patrocinio del progetto , nelle prossime settimane partirà la campagna informativa al territorio che porterà all’inizio della sperimentazione come intervento per la ripresa economica e sociale

Tutto questo è il secondo step del sistema di gestione buoni spesa denominato Social IES ,che ha determinato per il Comune di Balestrate l’assegnazione del Premio Innovazione Smau 2020 per la categoria Smart Communities e l’inserimento nel prestigioso Smart Communities Booklet ,selezione nazionale di soluzioni per E-Governement.

IL PROGETTO

A seguito dell’emergenza Covid la Regione Sicilia ha attivato un fondo straordinario per l’erogazione di buoni spesa alle persone in difficoltà economica, che integra la misura già prevista a livello nazionale dal Governo. Se generalmente questi “voucher” vengono consegnati in forma cartacea ai beneficiari, senza la possibilità di tracciare e rendicontare il loro effettivo utilizzo.

Il Comune di Balestrate si è affidato alla startup MWM Solution (facente parte della piattaforma NEXT HUB come startup sostenibile e ambasciatrice di Economia Civile 2020 )per rivoluzionare la modalità di erogazione. La piattaforma Social IES consente infatti di abbinare automaticamente a ogni beneficiario una card univoca associata a un QR code e a una password a garanzia della privacy e della sicurezza. In questo modo la card, una volta consegnata, può essere “ricaricata” a distanza dai servizi sociali del Comune senza costringere l’utente a recarsi nuovamente in Municipio (con il conseguente rischio di creare assembramenti). I vantaggi di carattere finanziario (fonti alternative di finanziamento) operativo (Rapida consegna dei piani di voucherizzazione) pubblicitario (visibilità e percezione di efficienza) uniti dal monitoraggio dei contributi e dalla tracciabilità della spesa, rende SOCIAL IES un sitema altamente innovativo grazie al processo di “universalizzazione” della soluzione, che si pone come strumento strategico multifunzionale per gli enti locali.

Non solo: in caso di mancanza di fondi comunali o di altre forme di contribuzione, il wallet potrà essere comunque utilizzato sfruttando l’utility digitale IES, uno strumento locale di scambio, utilizzato su base volontaria, con cui è possibile scambiare beni e servizi, competenze e know-how e prodotti senza passare per la valuta ufficiale con l’obiettivo di rilanciare e semplificare l’economia locale. Le valute locali in genere, e la variante proposta da MWM SOLUTION in particolare, sono pensate non per il risparmio o l’investimento ma per facilitare e aumentare la circolazione tra i soggetti aderenti; l’approccio collettivo di tutte le componenti (consumatori, imprese, associazioni) rimette il cittadino al centro degli scambi.

Le monete sociali sono esperienze che favoriscono il sentimento comunitario, il senso di appartenenza e le relazioni sociali, dato che generalmente operano in un’area geografica abbastanza circoscritta, impedendo che le risorse generate si disperdano fuori dalla comunità
L’obiettivo “tecnico” comune a tutte le monete complementari è mettere in contatto le risorse non utilizzate con le necessità delle persone che il denaro convenzionale non ha potuto soddisfare, attivando di conseguenza anche circuiti di produzione e di consumo dove le aziende sono aperte al dialogo e condividono le loro strategie con tutti i portatori di interesse quali i dipendenti, i clienti, i fornitori, la comunità locale, e sono proiettate verso la creazione di valore condiviso. Una economia dove la finanza è finalizzata allo sviluppo dell’economia reale

SDGs AGENDA ONU 2030 a cui facciamo riferimento
1 – sconfiggere la poverta’
8 – lavoro dignitoso e crescita economica
11 – citta’ e comunita’ sostenibili
12 – consumo e produzioni responsabili

BES ISTAT Domini economico/sociali a livello nazionali
4-benessere economico
5-relazioni sociali
11-ricerca e innovazione
12-qualità dei servizi

Ora è in fase di implementazione il secondo step che prevede l’attivazione dell’utility digitale IES
IES è un’unità di conto che misura il valore di scambio di beni/servizio all’interno di un territorio/comunità/sistema che utilizza l’euro come riserva di valore economico (moneta backed)

Proprio per questo immaginiamo IES come uno strumento per la società, un ‘utility digitale che trasporta valori sociali, etici, di appartenenza dove persone, attività, terzo settore, PP.AA sono in un network che crea nuove relazioni, nuove ecomomie, nuova qualità della vita .Per tutti, nel territorio dove viviamo

IES parte dalle persone, dando “valore“ ai comportamenti di carattere sociale, commerciale e di promozione della comunità dove si vive…….e integrando all’interno sistemi di welfare aziendale, sgravi sui tributi, raccolta fondi che aumentano il capitale sociale della comunità
Non meno significativi i vantaggi legati alla promozione del territorio e dei consumi a km zero. Fra le modalità per acquisire nuovi ies, anche gli acquisti di prossimita’ e l’attività di condivisione sui social delle iniziative promosse nel territorio comunale: un sistema premiante per i cittadini e al contempo anche uno strumento “pubblicitario” al servizio del Comune che può così contare su una rete di diffusione per le proprie iniziative e attività.

Un modello a cui si ispira il funzionamento è quello dei GIGA di traffico telefonico, che misurano la quantità di informazioni scambiate con la rete; noi misuriamo l’interazione delle persone con il proprio territorio. I giga sono rappresentati da IES mentre la rete è rappresentata dal circuito territoriale…….
Il nostro eco-sistema economico si fonda sull’utilizzo frequente e rapido di IES per tutti gli scambi personali, commerciali, sociali dove si paga solo il prezzo della movimentazione, tramite un’aggio equo, come pagare la corsa di un taxi……o in caso di conversione in moneta fiat il prezzo del servizio……

Tutto questo è IES, la sintesi tra IDEE E SOLUZIONI, un nuovo concetto di economia civile abbinato al territorio, l’unione tra una visione di welfare 2.0 e la mission di un “prodotto locale” dove i protagonisti sono i cittadini e gli operatori economici.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*